home.....chi siamo ...... contatti...... informazioni pratiche .......la crociera perfetta ...... specialità..
     
 
Itinerari personalizzati e l a crociera perfetta
 
     


. scopri tutta la nostra parte informativa nelle pagine del nuovo AG Magazine

info@ArmstronGlobal.com

bareboat..... crociere Ag ...i. vino & gourmet...i.. cultura...... artee..i..le nostre barche ..... cerca..... avventura....i. itinerari & luoghi ..... vip care....scoperta
         
 
. Books on sailing
1. The 8 Sailing Books, HW Tilman.
2. Sailing Alone Around the World, J. Slocum
3. Ocean Passages for the World, UK Admiralty
4. The Mirror of the Sea, J. Conrad
5. Wrinkles in Practical Navigation, STS Lecky
6. Heavy Weather Sailing, W. Adlard Coles
7. The wisdom of the sea B. Larsen
8. Glenan's Sailing Course
9. The Long Route, B. Moitessier
10. On the Sea, H. Belloc
 
 
op 10 music for sailboats:
. Hurricane - Neil Young
. Moonlight Shadow - MikeOldfield
. Sailing - Rod Steward
. Gun Shy - Natalie Merchant
. Against the Wind - Bob Seger
. Stairway to Heaven - Led Zeppelin
. El Muelle de San Blas - Manà
. The Hurricane - Bob Dylan
. Sail Away - David Gray
. Learning to Fly - Tom Petty

Download this music with:
www.emule-project.net
 
 
 

Itinerari personalizzati
Ogni crociera che organizziamo è progettato intorno alle esigenze del nostro ospit, basandoci sulla 'conoscenza dei luoghi, delle genti e delle barche', la cosiddetta local knowledge. Questa esperienza si può raggiungere solamente attraverso la familiarità con gli itinerari, esperienza nella navigazione a vela, conoscenza diretta delle barche e degli equipaggi, e passione per il mare e la sua cultura. Conosciamo di persona ogni itinerario, che ha le sue caratteristiche e peculiarità: mentre la Provenza è sofisticata ed elegante, la Grecia Ionica è selvaggia e rurale. Gli avventurosi trveranno pane per i loro denti in Patagonia, mentre i pigri si rosoleranno al sole della Croazia. A ciascuno il suo. Un itinerario personalizzato è il risultato della nostra conoscenza dei luoghi abbinato con le vostre esigenze. Questo è l'unico modo di procedere: un itinerario personalizzato su una barca a propria completa disposizione.

La crociera perfetta
. perchè in barca...
. scegli la barca e l'equipaggio;
. dove navigare;
. la speciale TOP TEN dei migliori posti dove navigare al mondo prima di passare al golf;
. la speciale TOP TEN dei posti da evitare;
. un minimo di etichetta
. vedi anche: la responsabilità dello skipper e le informazioni pratiche

Il nostro lavoro: a ciascuno la propria crociera perfetta

ALWAYS-SEMPRE: SAFETY COMES FIRST - LA SICUREZZA PRIMA DI TUTTO. Il capitano ha la responsabilità civile e penale di ciò che succede o può succedere. Quindi l'ultima parola è la sua.

. Perchè in barca?
Il mare è sinonimo di avventura. Se cerchi giorni oziosi sotto il sole cocente, un panorama fisso e una compagnia eccessivamente numerosa, hai trovato il sito sbagliato. E' una questione di stile e di filosofia: cerchiamo di premiare i nostri ospiti con il nostro unico approccio alla vita di mare, scoprire il mondo così com'è, i suoi panorami, le tradizioni della gente che vive in mare come i nostri skipper, e la cultura delle civiltà che si affacciano su ogni oceano. Le barche che abiamo scelto per voi navigano nei posti più disparati, alcuni i Antartide, altri in Thailandia, molti nello splendido Mediterraneo e alcuni peregrinano nei vari Oceani. I nostri capitani saranno anche italiani, svizzeri, francesi, sloveni, inglesi o americani, ma tutti condividono un rapporto particolare e stretto con il mare, un rapporto che sapranno trasmettere ai loro ospiti ed equipaggi. Non è solo una questione di tecnica ma sopratutto di attitudine e di cultura. Con la sua autorità e responsabilità, il capitano è allo stesso tempo il re e lo schiavo del suo regno galleggiante. Questa strana combinazione di tradizioni, cultura, esperienza e responsabilità ne fa persone interessanti e a volte un pò inusuali. E tutti sapranno coinvolgere l'ospite in quello strana alchimia di razionalità e istintività che comporta la vita in mare, dove anche il più umile marinaio sarà in grado di analizzare razionalmente un motore diesel e usare un GPS satellitare, ma allo stesso tempo griderà all'obbrobrio se qualcuno osasse accendere la sigaretta con una candela. Perchè? E' una tradizione che pare arrivi dai tempi dei balenieri: lasciate sole per un periodo anche di anni, le mogli dei marinai lasciavano accesa alla finestra una candela perennemente accesa, insieme luce di speranza e messaggio di 'off limits' per eventuali pretendenti. 'Aspetto il mio amato'. La candela veniva spenta solo all'arrivo del marinaio, o alla notizia della sua fine.
Benvenuti in mare.
La barca offre il più ecologico (a vela), versatile, comodo, flessibile e personale modo per viaggiare. La sensazione che si prova nel raggiungere un nuovo porto, una nuova baia o una nuova isola è inimitabile. Perchè in barca non sarai un turista, ma un viaggiatore.

Ad ognuno la sua crociera. Ogni velista o aspirante navigatore merita la sua 'crociera perfetta'. Alcuni conoscono perfettamente cosa cercano, altri invece si apprestano ad avvicinarsi al mare per le prime volte e hanno esigenze diverse. La nostra missione è organizzare a ciascuno la propria. Intanto iniziamo a consigliarvi qualcosa da leggere, specificando che i libri da avere in barca sono anche degli ottimi antidepressivi in caso di traversate spiacevoli, maltempo, mal di mare, mal di terra, mal di sole, mal del vicino di cabina e malmostosità in generale. Sono quasi tutti disponibili anche in italiano. La lista è qui a lato.

a. Stile

Indipendente: scegli la tua barca e il tuo mare e fai tutto da te. Ag ti trova la barca perfetta e ti aiuta a districarti nella burrasca di lingue e contratti tra i mille armatori in giro per il mondo. Usa la pagina bareboat e cerca la tua destinazione preferita.
Tranquillo: già troppe responsabilità per tutto l'anno, meglio godersi le vacanze senza troppo preoccuparsi di ripondere per la barca! Quindi benvenuto skipper! Ag è associata con vari skipper per tutte le zone che propone. Usa la pagina bareboat e contattaci per richiedere i servizi disponibili.
Comodo: c'è chi proprio in vacanza non vuol saperne di fare e trasportare la spesa, cucinare, scegliere i vini, riempire i serbatoi, lavare i piatti, alzare le vele... ecco la crociera Armstrong Global, su barche armatoriali con equipaggio professionale e dedicato, scelto con cura e conosciuto personalmente. Barche ed equipaggi ricchi di storia, esperienza, conoscenza del mare e passione per il proprio lavoro e per la cucina. Cerca nella pagina crociere Ag il tuo stile preferito
Lussuoso: i migliori vascelli in circolazione, stile impeccabile, cucina perfetta, equipaggi professionisti ed esperti, appartamenti privati, servizi eccellenti. L'eccellenza sull'acqua.

 

b. Dove
La scelta della destinazione è, secondo noi, secondaria a quella dello stile. Il mare è, tutto sommato, lo stesso ovunque. Ciò che cambia sono le coste, il clima e la vita a terra. La nostra scelta di specializzarci in alcune zone e tipi di charter deriva essenzialmente dalla conoscenza di centinaia di mari, isole, baie e coste in tutti gli oceani. Da buoni Europei abbiamo il cuore nel Mediterraneo. Come amanti dell'avventura proponiamo crociere in Patagonia, Antartide e Capo Horn. Come navigatori aiutiamo a trovare imbarchi per traversate. In generale potremmo consigliare:
. agli eroici che vogliono imparare ad andare per mare, di evitare il Mediterraneo ad agosto. La Patagonia e l'Antartide sono il regno dell'avventura, ma l'esatto opposto di una rilassante crociera d'estate in Sicilia, visto che raramente si potrà uscire dalla tuta termica e spesso sarà necessario martellare il ghiaccio via dalle scotte. Concentriamoci quindi su destinazioni più calde e vicine;
. gli avventurosi, coloro che vogliono vento e mare, troveranno ad agosto pane per i loro denti nelle Cicladi a bolinare contro il Meltemi. In primavera potranno esercitare la propria pazienza contro il mistral in Corsica e Sardegna, mentre le Eolie, con la loro proverbiale inospitalità nautica e temporali estivi, offrono emozioni tutto l'anno. Come dice un marinaio: 'un porto a Stromboli? E perchè? E quella emozione unica che si prova scendendo in spiaggia dopo una serata di bisboccia con l'emozione unica del non sapere se non solo il tender, ma anche la barca sarà ancora lì?' Certo, normalmente, per parafrasare Nelson, il Mediterraneo offre tre porti sicuri: Mahon (alle Baleari), luglio e agosto. Quind non aspettatevi burrasche estive, solo qualche colpo di vento, magari dopo ferragosto. I Caraibi, invece, di vento ne offrono sempre a dosi generose, specie intorno a Natale. Ma meglio evitare il periodo degli uragani tra agosto e novembre, visto che un conto è avventura un altro follia.
. curiosi amanti della natura: i più curiosi ameranno seguire le orme di Darwin alle Galapagos e accodarsi agli eroici nelle alte latitudini dove c'è solo natura. I Caraibi e il Pacifico lo lasciamo agli esotici. Per soddisfazioni piene e più vicine, oltre che gastronomicamente molto più premianti, la Corsica, la Grecia e le Eolie offrono spunti infiniti e panorami diversi e insoliti. I vulcani della Sicilia, le baie del Peloponneso e della Croazia, le spiagge e le scogliere della Corsica, le isole della Sardegna offrono una varietà imbattuta anche dai Caraibi e dalle alte latitudini. Il Mediterraneo in generale offre tante cose in poco spazio, un valore d'Europa e una accoglienza ed organizzazione senza pari.
. se siete buone forchette, alcune destinazioni sono d'obbligo. Per i granchi le alte latitudini, dove gratis potrete fotografare mostri a sei zampe larghi come una ciambella (quella obbligatoria) muoversi per il pozzetto e destinati alla pentola a pressione. Se invece una dieta a base di granchio e salmone per una intera settimana vi sembra eccessiva, allora concentrate le vostre riserve sulla Sicilia e sulla Costa Azzurra. Si, lo so, anche in Croazia, Grecia e Turchia il pesce è buono, mentre se si vuol vivere a salame la Corsica stravince, ma la Sicilia e la Francia sono in un altro pianeta. Una crociera alle Porquerolles a Ottobre (magari il nostro Galley Master con il tartufo), o alle Eolie/Egadi appena a ridosso della stagione, sono onestamente insuperabili per qualità e varietà degli ingredienti.
. i modaioli sanno che ogni stagione ha le sue mete, ma alcune restano d'obbligo e, come giusto che sia, sono tutte o quasi nel Mediterraneo, visto che Mustique è off limits e a St.Barts ci vanno solo gli americani. Stabili nelle top five ci sono sempre Panarea, la Costa Smeralda, St. Tropez, Capri e Formentera. A seconda degli anni entrano nelle top ten Spalato, Santorini, Calvi, Cavallo e Bonifacio in Corsica, Ibiza, Portofino eccetera. La barca è sicuramente il miglior modo per avvicinarsi a queste località (specie se il mare è calmo e non dovrete necessariamente affrontare un salasso per pagare il posto barca (Per un 40 piedi: Porto Cervo 130 Euro, Ischia 120, Ponza 100...).

f. Un minimo di etichetta navale
E' sempre fonte di soddisfazione ammirare le barche che sanno che:
. IL CANALE SEDICI (16) E' RISERVATO ALLE EMERGENZE, per sapere dove va a cena la cicci, usate il cellulare;
. l'ormeggio è una manovra e non una occasione per esercitare le corde vocali;
. l'ancora non funziona come una calamita, bisogna filare almeno tre volte il fondo e tenere presente che è alquanto probabile girarvi intorno, quindi non date fondo davanti e troppo vicino a qualcuno;
. chi ara deve manovrare, possibilmente prima che la fisica stabilisca quale delle due barche è più solida;
. le barche sotto vela hanno la precedenza su quelle a motore (che non siano limitate nei loro movimenti, e il cui comandante non sia limitato...): è vero, non è una bufala;
. passare troppo vicino ad altre barche non è cool, specie troppo veloci;
. il limite di velocità nei porti è di 3 nodi, quind circa 6 kilometri orari, e bisognerebbe spiegarlo anche a quei cafoni coatti che 'spostano' i traghetti di Capri e Ischia;
. il barometro non è un orologio strano, ma una roba che se si muove rapidamente in senso antiorario conviene non lasciare la barca da sola;
. per ballare le coste sono ricche di discoteche, mentre le baie tranquille vorrebero restare tali dopo le dieci di sera;
. 'gli uomini hanno trovato la via per la Luna, ma fanno ancora fatica a trovare quella per il cestino dei rifiuti';
. negli ormeggi ristretti è educato fermare il brandeggio della propria barca con una seconda ancora o una cima a terra;
. anche se c'è tutta quella roba davanti al timone bisogna fare uno sforzo per guardare cosa c'è davanti;
. è consigliabile cercare gli scogli con gli occhi e non con la chiglia;
. i diavoli che si danno da fare per mandare la barca nella giusta direzione hanno possono far spostare chi prende il sole;
. i jetski fanno male alla testa: di chi ci resta sotto e di chi li usa (danno alla testa), quindi allontanatrsi dalla costa, dalle baie e dalle spiagge, please. Potete anche, per quanto ci riguarda, dimenticarvi il giubbotto;
. le barche in genere sono dure, e fanno male a chi resta sotto, e le eliche ancora di più: occhi aperti negli ormeggi, vediamo se quest'anno riusciamo a non farci commiserare con il solito morto sotto il superyacht;
. chiedere consigli non è un disonore;

c. La Top Ten di posti dove navigare prima di passare al golf
. 1 Stromboli: involtini di spada a Ginostra e navigazione notturna sotto il vulcano;
. 2 le megattere, i salmoni, la birra e il Glacier Bay National Park in Alaska a luglio;
. 3 La Polinesia Francese, ma con lo skipper che conosca i reef e sapendo che un birrino costa come un branzino;
. 4 Spiaggia di Saleccia nel NO della Corsica;
. 5 le Incoronate in Croazia, specie se non vi piacciono gli alberi;
. 6 Phuket, Andamane e zone limitrofe, possibilmente in più di dieci metri d'acqua nel caso arrivi un altro tsunami;
. 7 le San Juan islands tra Seattle e Vancouver;
. 8 l'archipelago di Isla Grande vicino a Rio (si, quello di Copacabana) in Brasile;
. 9 la Nuova Georgia del Sud, probabilmente il posto più incredibile al mondo. Cercatelo su Google, vedrete che roba;
. 10 Veleggiare sotto spinnaker sotto l'Harbour Bridge di Sidney o il Golden Gate a San Francisco.

d. La speciale Top Ten dei posti da evitare come la peste, anzi, come gli scogli
. 1 Il molo più esterno del marina di Capri quello vicino all'ingresso, fino a che qualche guardacoste serio non si deciderà ad arrestare i traghettatori;
. 2 L'intera categoria degli ormeggiatori abusivi dei porti italiani
. 3 La guardia di finanza
. 4 Lo Stretto di LeMaire
. 5 I rubinetti alle Eolie e Pontine ad agosto
. 6 I Caraibi a Natale
. 7 Il golfo del Leone e le Bocche di Bonifacio con il Maestrale
. 8 Il Quarnero con la Bora
. 9 L'Egeo ad agosto se si deve veleggiare verso nord est
. 10 Il Golfo di Adem

e.. Cosa portare
Partendo dal presupposto che quello che fate e come vi vestite a terra (specie senza segni distintivi della barca su cui navigate) e nella vostra cabina sono affari vostri, bisogna tener presente che in mare, senza arrivare all'eccesso di dover snocciolare l'oliva con forchetta e coltello come sull'Amerigo Vespucci, seguire un minimo di etichetta è non solo appropriato, ma anche parte integrante dei piaceri di una crociera.
Per tutte le crociere, niente valige rigide, pochi vestiti (tanto non si usano mai), scarpe da barca, magliette e calzoni comodi, maglioncino per la sera, trousse personale. Le barche armatoriali che effettuano crociere Ag offrono tutte biancheria, spugne, set di pronto soccorso e quant'altro potete pensare di trovare in un albergo con annessa farmacia. Poi occhiali da sole, cappellino e creme protettive. Ammoniaca per le meduse. Antiallergici personali.

.

 
......Armstrong Global homen000000000000000000000000000000iie Phone 0041 44.58.64.577n..iiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii000iiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiinkinfo@ArmstronGlobal.com h..a